Who's Online

  • Punto Visitatori: 19
  • Punto Nascosti: 0
  • Punto Utenti: 1
  • Punto Utenti Online:
  • Punto Online oggi: 4

Board Stats

  • stats Utenti in totale: 1189
  • stats Post in totale: 48156
  • stats Topic in totale: 7252
  • stats Categorie in totale: 5
  • stats Sezioni totali: 51
  • stats Maggior numero di utenti online: 53

Autore Cassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso  (Letto 1320 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6680
  • Karma: 16
Cassini Huygens logo.jpgCassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso
Il 15 ottobre del 1997 partì da Cape Canaveral la missione congiunta NASA/ESA/ASI Cassini-Huygens, il cui scopo principale era (ed è tuttora) l'esplorazione del sistema di Saturno e della sua luna Titano, la più grande tra i numerosi satelliti naturali del gigante gassoso.

In tutto i satelliti di Saturno sono a oggi (*) 62, tra cui Encelado, di cui ho già scritto un po' di tempo fa.
(*) Si intendono quelli con orbite note.

Il doppio nome della missione si spiega con la composizione della sonda:
Cassini è la sonda madre che dopo 7 anni di viaggio entrò il 1° luglio 2004 nell'orbita di Saturno, mentre Huygens è il modulo lander che il 14 gennaio 2005 atterrò sulla superficie di Titano, dopo una discesa frenata da un paracadute durante la quale catturò immagini e suoni, oltre ad analizzarne l'atmosfera, densa e ricca di metano.

Qui c'è un video della discesa di Huygens su Titano, ricostruita in base ai dati reali trasmessi all'epoca dal lander...bella botta direi, ripresa da più angolazioni!
L'ultimo fotogramma del video è la prima foto a colori della reale superficie di Titano scattata da Huygens.




La traiettoria seguita dalla sonda Cassini/Huygens sfruttò diverse manovre di fionda gravitazionale passando vicino a Venere (per 2 volte), Terra e Giove.

Il transito, durato più di 6 anni e mezzo, fu leggermente più lungo dei 6 anni richiesti da un puro trasferimento alla Hohmann, ma ridusse la velocità (delta-V - dV) extra richiesta a circa 2 km/s, in modo che la grossa e pesante sonda Cassini fu in grado di raggiungere Saturno, cosa che non sarebbe stata altrimenti possibile con un trasferimento diretto, nemmeno col Titan IV, il più grosso razzo vettore disponibile a quel tempo. Un trasferimento alla Hohmann per Saturno richiederebbe un dV totale di 15,7 km/s delta-v (senza tenere conto dei pozzi gravitazionali della Terra e di Saturno, e della aerofrenata da fare all'arrivo), che non rientra nelle capacità dei sistemi di propulsione nè dei mezzi di lancio nè delle navi spaziali attuali.


Cassini trajectory.jpgCassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso

La traiettoria interplanetaria seguita


A giugno 2008 Cassini ha completato l'iniziale missione principale di 4 anni, volta a esplorare il sistema di Saturno, e a settembre 2010 ha completato la prima missione estesa, chiamata "Cassini Equinox Mission".


Saturno Hex.jpgCassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso

L'incredibile esagono sul Polo Nord di Saturno. Credito: NASA/JPL/SSI/Jason Major


Attualmente la sonda sta provando a fare nuove eccitanti scoperte nella seconda missione estesa, chiamata "Cassini Solstice Mission", che dovrebbe durare fino al 2017. La fine prevista della missione vedrà la sonda Cassini schiantarsi nell'atmosfera di Saturno in caduta controllata.
Sempre nel 2017 un'altra sonda, Juno, farà la stessa fine su Giove.


Cassini ci ha regalato nel tempo numerosissime stupefacenti immagini di Saturno, dei suoi anelli e delle sue lune.


Anelli Saturno 1.jpgCassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorrisoAnelli Saturno 2.jpgCassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorrisoAnelli Saturno 3.jpgCassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso
Anelli Saturno 4.jpgCassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorrisoAnelli Saturno 5.jpgCassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorrisoAnelli Saturno 6.jpgCassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso


The Day the Earth Smiled

day earth smiled logo.pngCassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso
Il 19 luglio 2013, mentre Saturno si trovava tra Cassini e il Sole, la sonda è stata puntata verso la Terra per catturare un'immagine del nostro pianeta e della nostra Luna, come un tassello di un mosaico da ricomporre in un ritratto a luce naturale di tutto il sistema di Saturno. L'evento è stato unico in quanto è stata la prima volta che la NASA ha informato in anticipo gli abitanti della Terra che stava per scattare una simile foto da così lontano.


I componenti del Cassini Imaging Team (CICLOPS) volevano che la gente sorridesse e salutasse verso il cielo, mentre la scienziata a capo del team, Carolyn Porco (eh si...bel cognome!), descriveva il momento come una "possibilità di celebrare la vita sul Pallido Punto Blu".


Queste che seguono sono le incredibili foto fatte quella giornata (4.500 x 1.750 pixel - versioni HD 9.000 x 3.500 pixel):

La foto originale, molto più dettagliata (tif - 9.000 x 3.500 pixel - 94,5Mb), si trova a questo indirizzo.

Saturno fig1.jpgCassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorrisoSaturno fig2.jpgCassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso
Contrasto accentuato - HD
Colori naturali - HD

Saturno fig3.jpgCassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorrisoSaturno fig4.jpgCassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso
Posizione di Terra, Venere e Marte - HD
Con didascalie più dettagliate - HD


Qui segue la traduzione di questa pagina del sito CICLOPS (Captain's Log), scritta da Carolyn Porco:


Quattro mesi fa abbiamo comandato alle nostre telecamere sul Cassini di eseguire una sequenza di imaging di routine nel corso di un evento che alla fine si è rivelato tutt'altro che di routine.

Il 19 luglio 2013, è stata acquisita una serie di sovrapposizioni di immagini che incorniciano Saturno, il suo intero sistema di anelli e una serie delle sue lune, mentre Cassini era immerso nell'ombra dell'eclissi solare creata dal pianeta stesso. Questa disposizione di Sole, Saturno, e Cassini ha fornito una rara opportunità per fotografare dal sistema solare esterno i pianeti vicini alla nostra stella. L'intento: catturare una preziosa occhiata del nostro pianeta...piccolo, remoto, solitario...come sarebbe visto da un miliardo di chilometri di distanza.

Immagini di questo tipo erano state già catturate prima. La famosa immagine della Terra scattata dal Voyager nel 1990 chiamata "Pale Blue Dot" divenne, nelle mani di Carl Sagan, una romantica allegoria della condizione umana e un ispirato richiamo alla tutela ambientale e alla fratellanza planetaria. E la precedente versione di Cassini del 2006, scattata dall'orbita di Saturno, che mostra la sorprendente giustapposizione del nostro puntino di pianeta accanto all'enormità degli anelli di Saturno, è diventata l'immagine di Cassini più amata.

Ma fin dall'inizio i piani per il mosaico del 19 luglio includevano qualcosa di molto speciale: se tutto fosse andato bene, le immagini avrebbero catturato uno scorcio di Terra accanto a Saturno e i suoi anelli, nel momento stesso in cui le persone di tutto il pianeta stavano contemplando il reciproco legame esistente tra loro e tutta la vita sulla Terra, apprezzando la rarità del nostro pianeta all'interno del sistema solare, ammirando la propria esistenza, e provando gioia al solo pensiero di avere la loro immagine scattata dall'altro lato del sistema solare.

E hanno contemplato, apprezzato, ammirato e gioito!

Dalla Pennsylvania: "Che bel modo di sentirsi connessi all'Universo, al pianeta, e a ogni singola persona su di esso. Siamo davvero tutti uniti insieme".

Dall'Inghilterra: "Che privilegio essere parte di un tale evento con così tante persone in tutto il mondo".

Da qualche posto sconosciuto: "Al momento opportuno, ho girato la faccia verso il cielo e ho passato qualche minuto a guardare e ad ascoltare ciò che era la vita sulla Terra, proprio in quel momento. Che sensazione di connessione e unità col miracolo che è la Vita. Questa esperienza è stata molto più che significativa. È stata trascendente. Che cosa stupenda".

Dal nord di New York: "Questo progetto mi ha affascinato fin da quando ne ho sentito parlare, ed ero determinato a partecipare alla celebrazione. Forse non saremo unici, potremo essere transitori, magari voliamo solo su un granello di polvere. Ma per 15 minuti eravamo lì, consapevoli, e abbiamo sorriso".

Dopo tanto lavoro, il mosaico che segna quel momento in cui gli abitanti della Terra, tra cui i quattro qui sopra, ovunque fossero, hanno guardato e hanno sorriso alla pura gioia di essere vivi, è finalmente arrivato. Nella sua combinazione tra bellezza e significato, è forse l'immagine più insolita mai scattata nella storia dell'intero programma spaziale.

Date un'occhiata e scoprirete un universo di meraviglie. Il luminoso globo cerchiato di Saturno e i suoi raggianti anelli principali attraversati dalla luce solare prendono il centro della scena. Sulla sinistra, incorporata nella enorme ragnatela blu dell'anello E, c'è la luna Encelado, brillante nella luce riflessa di Saturno e scintillante per quella di un centinaio di torreggianti geyser, probabilmente il luogo più promettente in tutto il sistema solare per trovare vita aliena. Un attento esame rivela l'ombra proiettata da questa luna attraverso lo spruzzo nebulizzato di particelle ghiacciate create da quei geyser, come un palo del telefono proietta la sua ombra nella nebbia.

Sotto e a destra di Encelado c'è la luna Teti, grande circa un terzo della nostra, illuminata dal riflesso di Saturno. Sull'altro lato del pianeta, in alto a destra, troviamo Mimas...solo una mezzaluna, ma che proietta anche lei una debole ombra attraverso l'anello E.

E così via...altre lune e anelli meno luminosi per chiunque abbia voglia di passare un po' di tempo a cercarli vagando nell'immagine.

Ora, guarda ancora una volta. Là, sotto i principali anelli e alla destra del globo di Saturno, in lontananza e apparentemente perso nel fulgore della scena, si trova un piccolo granello di luce blu, che galleggia in un mare di stelle. Quel punto è la nostra casa, con ognuno di noi su di esso...tu, io, gli abitanti del tuo quartiere, anche quelli sul lato opposto della Terra...noi tutti abitiamo quel bel punto blu.

E oltre a questo...l'immagine di quel puntino cattura il momento, congelato nel tempo, in cui gli abitanti del nostro pianeta hanno preso una pausa dalle loro normali attività per uscire all'aperto e riconoscere la nostra "maggiore età" come esploratori planetari e fare quel coraggioso saluto interplanetario tra il robot e i suoi creatori che questa immagine rappresenta.

Spero che a lungo in futuro, quando guarderai di nuovo a quest'immagine, ti ricorderai del momento in cui, per quanto folle possa esserti sembrato, eri lì, sapevi, e sorridesti.

Carolyn Porco
Cassini Imaging Team Leader
Director, CICLOPE







Altri nostri thread su Saturno:
Le tempeste di nubi di Saturno
Nuove immagini da Saturno



La posizione di Cassini in tempo reale
Cassini-Huygens Fact Sheet NASA (pdf - 145Kb)
Press Kit: arrivo su Saturno di Cassini-Huygens NASA, giugno 2004 (pdf - 399Kb)
Vista da Terra della manovra di inserimento orbitale NASA (jpg - 86Kb)

Elenco anelli di Saturno
Dettagli anelli di Saturno

Scarica il libro della NASA "Passage to a ringed world":
PDF (6,9Mb) - EPUB - MOBI - Leggilo online



Orbiter Forum - JPL.Nasa.gov - Ciclops.org - ASI.it - ESA.int - JPL.NASA.gov - Universe Today
« Ultima modifica: 18 Nov 2016, 15:16:20 da Ripley »
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
I miei add-on per Orbiter

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6680
  • Karma: 16
Re:Cassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso
« Risposta #1 il: 27 Nov 2013, 00:28:47 »
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
I miei add-on per Orbiter

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6680
  • Karma: 16
Re:Cassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso
« Risposta #2 il: 23 Nov 2016, 15:50:35 »
La missione continua...



« Ultima modifica: 23 Nov 2016, 22:21:43 da Ripley »
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
I miei add-on per Orbiter

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6680
  • Karma: 16
Re:Cassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso
« Risposta #3 il: 06 Apr 2017, 10:39:01 »
Aggiornamento sulla missione che terminerà quest'anno:



« Ultima modifica: 06 Apr 2017, 11:20:14 da Ripley »
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
I miei add-on per Orbiter

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6680
  • Karma: 16
Re:Cassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso
« Risposta #4 il: 26 Apr 2017, 11:02:18 »
Google dedica il suo doodle giornaliero alla missione Cassini:

https://www.google.it/logos/doodles/2017/cassini-spacecraft-dives-between-saturn-and-its-rings-5717425520640000-law.gif
Cassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
I miei add-on per Orbiter

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6680
  • Karma: 16
Re:Cassini-Huygens - Il giorno in cui la Terra ha sorriso
« Risposta #5 il: 27 Apr 2017, 22:34:58 »
Da Repubblica Scienze:
Citazione
Il primo tuffo di Cassini, le immagini di Saturno, mai così vicino

Un passaggio rischioso, il primo di una serie di 22 nello spazio che separa il pianeta dai suoi anelli. La sonda della missione congiunta Esa, Nasa e Asi è riemersa dal silenzio radio con le prime foto dell'atmosfera del gigante gassoso a una distanza mai raggiunta prima: appena 3.000 chilometri
...

Continua...
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
I miei add-on per Orbiter