Autore BaseSync MFD  (Letto 5354 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6904
  • Karma: 18
BaseSync MFD
« il: 20 Feb 2012, 01:02:59 »
Ultima versione pubblicata:
v. 3.3 for Orbiter 2010
v. 3.3 for Orbiter 2016




BaseSync MFD venne originariamente sviluppato da Jarmo "Jarmonik" Nikkanen.
Ad agosto 2015, Jarmonik ha deciso di donare il codice sorgente di questo MFD alla comunità di OF rendendolo open source, e da subito Enjo si era mostrato interessato, dichiarando che ci avrebbe messo mano e promettendo sviluppi, poi la sua manutenzione è stata presa "in carico" da Andrew "ADSWNJ" Stokes, autore di molti altri interessanti MFD che lavora a stretto contatto con Enjo.
Questo è l'annuncio su OF: BaseSyncMFD going Open Sourced.


Alcune caratteristiche:
  • Interfaccia con Glideslope 2.x MFD e BurnTimeCalc MFD, grazie a Module Messaging EXT
  • Aggiunto un file di configurazione generale (\Config\MFD\BaseSyncMFD.cfg) per impostare lo stato di default preferito (vedi sotto)
  • Possibilità di configurare i colori del MFD dal file di configurazione
  • Fino a 99 soluzioni di deorbita visualizzate - prima il massimo era 8
  • Pulsanti "LON" e LAT" unificati in un pulsante unico "LL"
  • Il vecchio pulsante "LAT" ha lasciato il suo posto al nuovo pulsante "CYC", utile per scorrere le varie pagine di soluzioni
  • Un più accurato controllo degli errori in input
  • Nuovo parametro sul display di deorbita per il countdown all'accensione (TBn = Time to Burn)
  • Aggiustamenti cosmetici minori sul display


Parametri configurabili da file:

PARAMETRO
|
POSSIBILI VALORI
|
AZIONE
|
PULSANTE EQUIVALENTE
EQU_DIR_MODE
DISPLAY_MODE
ENC_MODE
NUM_SOLUTIONS
RE_ANGLE
RE_ANTICIPATION
RE_ALTITUDE
COL_01 / _12
|
|
|
|
|
|
|
|
EQU / DIR
TXT / GRA / BOTH
CLOSEST/APOAPSIS/PERIAPSIS/LATITUDE
da 1 a 32
valore in gradi
valore in gradi
valore in km
valore RGB
|
|
|
|
|
|
|
|
modalità Equator/Direct
mostra testo, grafica, entrambi
modalità di passaggio
numero di soluzioni
valore di rientro
valore di anticipo
valore di altitudine
cambia colori del MFD
|
|
|
|
|
|
|
|
"E/D"
"MOD"
"ENC"
"NUM"
"ANG"
"ANT"
"ALT"
--



NOTA: grazie al nuovo sistema di interfaccia tra MFD (garantito da Module Messaging EXT) la base target si può anche inserire "leggendola" da Glideslope MFD digitando "GS" (o "GS2") come target.
Se usate Glideslope MFD la procedura con BaseSync MFD cambia leggermente (dettagli nel thread di Glideslope MFD).


Segue la spiegazione generica di questo MFD.

BaseSync MFD permette di allineare e sincronizzare la nostra orbita con una base target posta sulla superficie di un pianeta, in modo che, dopo aver effettuato l'accensione di deorbita in un momento ben preciso, il punto di impatto della nostra orbita vada a "cadere" esattamente sopra di essa.

Questo MFD infatti, oltre a mostrarci l'allineamento del nostro piano orbitale rispetto alla verticale della base target e a fornirci gli strumenti per minimizzare lo scostamento laterale della nostra traiettoria rispetto ad essa, ci indica anche quando fare l'accensione di deorbita, e quanto a lungo mantenere i motori accesi.
A proposito dello scostamento laterale, si dovrà anche tenere conto della rotazione terrestre che, mentre noi orbitiamo, farà muovere leggermente "verso ovest" la base selezionata rispetto alla nostra "groundtrack" (mostrata dal MAP MFD).

Ecco come si presenta la pagina principale dell'MFD dopo aver impostato Cape Canaveral come target, dopo aver cliccato sul pulsante ENC (encounter) fino a selezionare la modalità "Closest passage", e dopo aver cliccato sul pulsante E/D per selezionare la modalità "Direct".


Base Sync MDF v30.pngBaseSync MFD

La linea evidenziata in bianco indica il "closest passage".
Fra 3 orbite passeremo a 37,105 km dalla base, ma se accendiamo i motori su un Nodo
potremo minimizzare questa distanza, fino quasi a zero.


La parte testuale della pagina principale dell'MFD si può suddividere in 3 aree distinte:
- 2 righe di "intestazione" in alto (modalità MFD, target selezionato, ecc);
- 2 colonne di dati nella metà superiore;
- 3 colonne di dati nella metà inferiore.

La parte grafica dell'MFD invece è formata da:
- un cerchio grigio che rappresenta la superficie terrestre;
- un cerchio verde che è la nostra orbita;
- un diametro tratteggiato che indica la linea dei Nodi;
- una retta verde che indica la nostra posizione;
- una retta gialla (statica) che indica la base selezionata.

Tra le 8 righe di dati presenti sulla metà inferiore dell'MFD ce n'è una evidenziata in bianco (vedi nota) che rappresenta tra quante orbite (ogni riga è un'orbita) passeremo alla minima distanza (closest passage, appunto) dalla base selezionata; la distanza è indicata nella colonna centrale (Dist - 37.105k).

Nota: come dice il manuale, "se nessuna linea è evidenziata in bianco, significa che questa non è tra le prime 8. Premi il pulsante CYC per sfogliare la lista e trovare la migliore soluzione di deorbita."

Le similitudini tra questo MFD e ALIGN PLANES MFD sono notevoli: infatti modificando il nostro piano orbitale modificheremo questa distanza.

Nella colonna di dati in alto sulla destra possiamo leggere 3 interessanti parametri:
- "RIn", (Relative Inclination) che indica il disallineamento del nostro piano orbitale rispetto alla base a terra;
- "Tn", (Time to node) che ci dice tra quanti secondi passeremo sul nodo;
- "PlC" (Plane Change), che ci dice due cose: la durata (in secondi) dell'accensione di allneamento, e l'orientamento da assumere. Se la riga termina con un "(+)" ci orienteremo Normal+, se termina con un "(-)" ci orienteremo Normal-.

Autopilota2.jpgBaseSync MFDAutopilota3.jpgBaseSync MFD
Shuttle A normal.jpgBaseSync MFDShuttle A antinormal.jpgBaseSync MFD
DG norm+.jpgBaseSync MFDDG norm-.jpgBaseSync MFD

Sopra: pannello comandi del DGIV
Centro: pannello comandi Shuttle-A di defaut
Sotto: pannello comandi Deltaglider di default

Quindi, proprio come facciamo quando dobbiamo allineare il nostro piano orbitale a quello del target durante l'ascesa, ci orienteremo in base alle indicazioni dell'MFD e quando saremo sul nodo daremo motore avanti (motori principali se la distanza è grande, sennò RCS TRANSLATE con o senza CTRL) per portare RIn a zero, e di conseguenza minimizzare il valore di distanza indicata.
Per sapere quando accendere i motori, basta attendere che il valore Tn (Time to Node, secondi mancanti al nodo) sia uguale a metà del valore PlC (Plane Change, durata in secondi dell'accensione), in modo che l'accensione sia fatta "a cavallo" del Nodo, metà prima e metà dopo.


Atterrare con la luce del giorno

      BaseSync MFD visualizza le tue n orbite future (fino a 99!), ma per ora impostiamole ad un massimo di 8 cliccando sul pulsante "NUM".
Tra queste 8 orbite, solo una (quella evidenziata) sarà quella che avrà meno scostamento laterale rispetto alla verticale della tua base target.
Se vuoi arrivare sulla base con la luce del giorno, dovrai ragionare un attimo e fare due calcoli.
Un algoritmo di massima potrebbe essere il seguente: il nostro periodo orbitale alla quota della ISS (indicato in secondi dal parametro "T" su Orbit MFD) è poco più di 90 minuti, cioè un'ora e mezzo. Questo significa che percorriamo 8 orbite in circa 12 ore.
Ora apriamo MAP MFD e selezioniamo la base target per vedere dove si trova, rispetto alla linea del Terminatore: se orbitiamo in attesa fino a quando la base target è al centro della "fascia notturna" (cioè, per la base restano ancora 6 ore di buio, equivalenti a 4 nostre orbite), e BaseSync ci evidenzia un'orbita dalla 5a alla 8a, possiamo deorbitare e arriveremo sicuramente di giorno.

...Quindi, come visto sopra, portiamo il parametro RIn a zero; successivamente, concentriamoci sul parametro Dist (sulla riga evidenziata in bianco) per portarlo quanto più possibile al minimo, anche se non riusciremo a portarlo perfettamente a zero, ed il valore non resterà fermo.

Ora, prima di passare alla fase successiva, assicuriamoci di avere la più bassa eccentricità orbitale possibile (Ecc=0).

Fatto questo, dobbiamo impostare altri 3 parametri, fondamentali per il rientro.
Attiviamo il display di DeOrbita, cliccando sul pulsante DEO.


Base Sync v26_2.jpgBaseSync MFD

Il display di deorbita mostra una nuova retta, stavolta bianca,
che indica il punto in cui dovremo accendere i motori (in Retrograde!).


Imposta quindi i seguenti valori:
- clicca sul pulsante ANG ed inserisci il valore 0.7 (col punto).
- clicca sul pulsante ANT ed inserisci un valore da 38 a 40 (devi trovare quello giusto: se "arrivi lungo" usa un valore minore, e viceversa).
- clicca sul pulsante ALT ed inserisci il valore 80 (come suggerito per la Terra).

La retta bianca si sposta ogni volta che confermiamo un nuovo valore.


NOTA:   questi valori vanno bene per un rientro con il DGIV da una quota "bassa", come può essere quella in cui ci si trova dopo aver lasciato la ISS (LEO).
Per navi diverse che rientrano da altre traiettorie (tenendo anche conto del loro carico/massa), si applicano valori diversi, da trovare per tentativi successivi (vedi più avanti).


Vediamo cosa rappresentano questi valori.
- Il primo (ANG), è l'angolo col quale la nostra traiettoria attraversa quella zona detta "interfaccia di rientro". Il corrispettivo parametro sul display si chiama ReA, cioè "Reentry Angle".
- Il secondo (ANT) è l'anticipo, cioè la distanza angolare che ci aspettiamo di coprire DOPO essere entrati nell'atmosfera; più semplicemente, la distanza che percorreremo intorno alla Terra dal momento in cui passeremo alla quota definita da ALT, fino a toccare terra.
- Il terzo (ALT) è la quota in cui si colloca la cosiddetta "interfaccia di rientro", cioè il momento in cui l'atmosfera inizia a farsi sufficientemente densa da avere un effetto significativo sulla nostra traiettoria. Un valore tra 80 e 120 dovrebbe andar bene, ma usa sempre lo stesso valore ogni volta. Il valore suggerito per la Terra è 80. Il parametro sul display è RAl, "Reentry Altitude".


Base Sync MFD graph.jpgBaseSync MFD


Ora torniamo al display principale cliccando di nuovo sul pulsante DEO ed acceleriamo il tempo se manca ancora qualche orbita.

Sempre sul MAP MFD vediamo le nostre orbite, proiettate sulla superficie terrestre.
A questo punto ce ne sarà sicuramente una che passa perfettamente sulla nostra base. Il momento in cui "entriamo" nell'ultima orbita è quando saremo alla stessa latitudine della nostra base.

Clicchiamo sul pulsante DEO per tornare al display di deorbita, orientiamoci in Retrograde, attendiamo che la linea verde che indica la nostra posizione si sovrapponga esattamente alla linea bianca, ed accendiamo i motori principali per rallentare.

I parametri da tenere d'occhio per capire quando spegnere i motori sono BT (Burn Time) e dV (delta Velocity).
Portiamoli a zero (circa) ed avremo concluso la nostra accensione di Deorbita!

Ora possiamo passare alle fasi successive del vero e proprio rientro, come dettagliato in questo post.
Ritroverete queste stesse informazioni, riportate in modo molto più schematico.



Valori di deorbita per altri tipi di navi

======================================
Altri valori utili per altre navi possono indicativamente essere:
XR2: ReA=0.7 ANT=40
XR5: ReA=1 Ant=30
ALT sempre = 80 (per la Terra)
Per le capsule, ReA è in genere impostato tra 6 e 12.
======================================



DOWNLOAD e prerequisiti

Oltre all'MFD si deve scaricare anche ModuleMessagingExt, per l'interfaccia tra questo e altri MFD.


Scarica BaseSync MFD per Orbiter2010
Questo download richiede l'installazione di ModuleMessagingExt for Orbiter 2010

Scarica BaseSync MFD per Orbiter2016
Questo download richiede l'installazione di ModuleMessagingExt for Orbiter 2016



Scarica manuale BaseSync MFD 3.0 >ITA<
« Ultima modifica: 08 Apr 2018, 21:04:04 da Ripley »
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
Addon Orbiter/Vimeo

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6904
  • Karma: 18
Re:BaseSync MFD
« Risposta #1 il: 27 Nov 2013, 14:37:10 »
Il BaseSync MFD (solo la parte relativa all'allineamento con una base) spiegato da David "blixel" Courtney in un video della sua serie "Absolute Beginner Guide":


« Ultima modifica: 27 Nov 2013, 15:03:31 da Ripley »
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
Addon Orbiter/Vimeo

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6904
  • Karma: 18
Re:BaseSync MFD
« Risposta #2 il: 04 Gen 2014, 10:48:59 »
NOTA: questo bug è stato risolto dalla release 2.4



Basesync MFD ha un bug per cui ogni tanto si "dimentica" il nome della base che abbiamo selezionato come target.
In questo caso il target si resetta su un generico "Tgt Surface", esattamente la stessa etichetta che l'MFD visualizza prima della selezione di un target.

Fortunatamente le coordinate della base selezionata restano in memoria, quindi l'MFD continua a funzionare come prima e possiamo portare a termine la nostra manovra.

Da queste immagini (postate da blixel su OF) vediamo la sequenza del bug:

BaseSync 01 zpsc82c38a3.pngBaseSync MFD

Prima della selezione di un target LON e LAT sono a 0.00°


BaseSync 02 zps452e25ec.pngBaseSync MFD

Cape Canaveral selezionato come target. LON e LAT correttamente valorizzati


BaseSync 03 zpsb53b4587.pngBaseSync MFD

BUG! Il nome della base sparisce, ma le coordinate restano
« Ultima modifica: 04 Apr 2018, 23:28:36 da Ripley »
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
Addon Orbiter/Vimeo

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6904
  • Karma: 18
Re:BaseSync MFD
« Risposta #3 il: 11 Gen 2016, 00:13:28 »
Basesync MFD ha un bug per cui ogni tanto si "dimentica" il nome della base che abbiamo selezionato come target...
Nuova versione di BaseSync MFD 2.4, non da Enjo, ma da Adswnj!
È stato risolto il bug quotato qua sopra e anche un altro di cui abbiamo recentemente parlato su Forum Orbiter Italia.

Primo post aggiornato.
« Ultima modifica: 19 Gen 2016, 17:22:42 da Ripley »
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
Addon Orbiter/Vimeo

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6904
  • Karma: 18
Re:BaseSync MFD
« Risposta #4 il: 19 Gen 2016, 15:51:10 »
Ancora una nuova versione (2.5) di questo essenziale MFD, pubblicata da Andrew Stokes ("ADSWNJ" su OF), già autore di altri interessanti MFD!
La decisione di Jarmonik (agosto 2015) di rilasciare il codice di questa sua creazione sotto GPL sta giovando molto al progetto, ed ha già fatto sì che venissero aggiustate alcune cosine che non avevano mai funzionato perfettamente.

Questi sono i valori di default impostati nel file di configurazione originale:
Codice: [Seleziona]
// Configuration file for BaseSyncMFD v2.5 and later

// Startup settings

EQU_DIR_MODE DIR // Set to EQU or DIR ... corresponds to the E/D input
DISPLAY_MODE BOTH // Set to TXT (text only), GRA (graphics only), or BOTH
ENC_MODE CLOSEST        // Set to CLOSEST, APOAPSIS, PERIAPSIS, or LATITUDE
NUM_SOLUTIONS 16 // Set to 1-32 for the number of solutions to display. If more than 8, use CYC to cycle through the remaining solutions
RE_ANGLE 0.3            // Set the re-entry descent angle (in degrees) for deorbit (angle of descent at the reentry point)
RE_ANTICIPATION 75      // Set the re-entry anticipation angle (in degrees)for deorbit (angle on reentry orbit from the reentry point to the target)
RE_ALTITUDE 200         // Set the re-entry altitude (in km) for deorbit (altitude at the reentry point)

// Color settings for the display (usually leave at the standard colors)

Color_01 0x0000DD00  // Current Ship orbit, Source Orbit [Bright green]
Color_02 0x00008800  // Additional Map lines [Dark green]
Color_03 0x0000BB00  // Base Text color [green]
Color_04 0x0000EEAA  // Hilighted text
Color_05 0x0000CCFF  // Target orbit, Some Warnings [Orange]
Color_06 0x00EEEEEE  // Selected Item [White]
Color_07 0x00BB8888  // Planned trajectory [Light blue]
Color_08 0x00666666  // Planets [Dark Grey]
Color_09 0x000000DD  // Warning lights [Red]
Color_10 0x00EEEEEE  // [White]
Color_11 0x00999999     // Headlines, Some planets [Grey]
Color_12 0x0000BB00 // Adjustable Items

E non è finita qui: Adswnj ha postato su OF che il prossimo aggiornamento 2.6 riguarderà principalmente l'interfaccia con il Module Messaging di Enjo (anzi, con una SUA versione migliorata ed estesa, chiamata Module Messaging EXT), per esporre le variabili di BaseSync ad altri MFD e automatizzare, per esempio, l'accensione di deorbita. Ma non solo questo: il numero di orbite visualizzate passerà dalle attuali 32 a 99!
Insomma, ne vedremo presto delle belle!
« Ultima modifica: 11 Set 2016, 13:29:27 da Ripley »
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
Addon Orbiter/Vimeo

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6904
  • Karma: 18
Re:BaseSync MFD
« Risposta #5 il: 21 Gen 2016, 17:59:41 »
Pubblicato BaseSync MFD 2.6!

Novità:
- La grafica dei pianeti è stata ingrandita per migliorarne la leggibilità
- Fino a 99 soluzioni di deorbita.
- Allineamento corretto delle colonne di dati numerici
- Migliorato il controllo degli errori nel file di configurazione
- Parametro ALT suggerito per la deorbita 80-120 km
- Esposizione della struttura dati completa (col modulo Module Messaging Ext), per una futura interfaccia con BurnTimeCalc MFD e Glideslope 2 MFD (e altri).
« Ultima modifica: 04 Apr 2018, 23:27:53 da Ripley »
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
Addon Orbiter/Vimeo

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6904
  • Karma: 18
Re:BaseSync MFD
« Risposta #6 il: 26 Gen 2016, 18:11:50 »
Finalmente disponibile alle masse di italici Orbinauti la traduzione del manuale di BaseSync MFD!
Link nel post iniziale.
« Ultima modifica: 26 Gen 2016, 18:15:14 da Ripley »
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
Addon Orbiter/Vimeo

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6904
  • Karma: 18
Re:BaseSync MFD
« Risposta #7 il: 20 Feb 2016, 23:25:35 »
Nuova versione di BaseSync MFD 2.8:good:
Questa release garantisce la piena compatibilità con BurnTimeCalc MFD.

Ora i due MFD possono comunicare tra loro (come si dice) senza soluzione di continuità e scambiarsi valori e parametri per trasferire per esempio i dati di allineamento piani o di accensione di deorbita da BaseSync a BurnTimeCalc per la loro esecuzione.

Nota: l'autore ha saltato la numerazione 2.7, mai rilasciata. Il motivo è nel contemporaneo rilascio di un altro MFD (BurnTimeCalc MFD 2.8 ). In questo modo sono entrambi alla versione 2.8, e c'è meno confusione.

Manuale ITA aggiornato.
« Ultima modifica: 21 Feb 2016, 01:01:38 da Ripley »
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
Addon Orbiter/Vimeo

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6904
  • Karma: 18
Re:BaseSync MFD
« Risposta #8 il: 06 Ago 2016, 17:42:36 »
Nuova versione di BaseSync MFD 3.0!   :good:
Sempre grazie al Module Messaging EXT, questa release garantisce la piena compatibilità di questo MFD con Glideslope MFD, sempre dello stesso autore.

Manuale ITA aggiornato.
« Ultima modifica: 11 Set 2016, 13:15:00 da Ripley »
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
Addon Orbiter/Vimeo

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6904
  • Karma: 18
Re:BaseSync MFD
« Risposta #9 il: 11 Set 2016, 13:13:28 »
Nuova versione di BaseSync MFD 3.1 (solo per Orbiter2016)!   :good:
Oltre a essere stato semplicemente ricompilato con le ultime librerie di Orbiter2016, l'unica altra modifica è che ora si può "catturare" il target di Glideslope MFD digitando anche solo "GS" (oltre a "GS2", mantenuto per chi fosse già abituato così).
« Ultima modifica: 04 Apr 2018, 23:35:05 da Ripley »
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
Addon Orbiter/Vimeo

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6904
  • Karma: 18
Re:BaseSync MFD
« Risposta #10 il: 04 Apr 2018, 23:34:59 »
Nuova versione di BaseSync MFD 3.2.
L'MFD è stato ricompilato e non è più necessario installare alcuna libreria di runtime.

I link per i download sono nel post iniziale.
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
Addon Orbiter/Vimeo

Offline Ripley

  • Ministro degli Esteri
  • Moderator
  • ***
  • Post: 6904
  • Karma: 18
Re:BaseSync MFD
« Risposta #11 il: 08 Apr 2018, 21:03:54 »
Versione 3.3 rilasciata (risolto un piccolo bug).
Cougar 00736 & EvenStrain 00057
Addon Orbiter/Vimeo