Autore Aeroporti minori e procedure strumentali  (Letto 1575 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline seanavigator01

  • Uploader Attivo
  • **
  • Post: 240
  • Karma: 0
Aeroporti minori e procedure strumentali
« il: 20 Dic 2011, 09:35:28 »
Buongiorno a tutti,

ho un dubbio: in questi giorni considerando le zone dove sto facendo scalo con la nave... sto provando a fare qualche voletto fra le isole e l'aeroporto principale delle seychelles, ma ho visto che le procedure strumentali sono previste solo per l'aeroporto principale FSIA/Seychelles ed FSPP/Praslin.
Da Vikipedia ho visto che c'è una lista di aeroporti minori fra i quali Bird Island/FSSB piuttosto che Fregate island/FSSF ecc.
La mia domanda è:
per gli aeroporti minori non esistono procedure pubblicate, quindi si procede solo a vista con le regole del VFR... a questo punto non può essere aperto un piano di volo IFR oppure come ci si comporta?
Ho letto che l'aeroporto Seychelles International dispone di 6 gate al terminal internazionale, e di 3 gate al terminal dei voli domestici. Air Seychelles con i suoi DHC-6 effettua voli domestici da e verso le isole sopra citate.
A questo punto come vengono effettuati i voli per es. in partenza da Seychelles International verso Bird Island FSSB?
Come viene pianificato un volo verso un aeroporto per il qualche non ci sono procedure strumentali di avvicinamento?
Si parte in IFR e poi si esegue un avvicinamento in visual sempre sotto IFR?
Inoltre come faccio a sapere la classe di aeromobili ammessa per questi aeroporti per i quali non sono pubblicate le procedure?
Per es. Seychelles International è aperto per aeromobili di classe AB + CD max. B747.
Per es. Praslin è aperto per aeromobili classe AB.
Quindi il DHC-6 può atterrare tranquillamente.
Mi rimane il dubbio per Bird Island e simili... come fare? Big question...
Grazie mille della spiegazione.
Buon vento
Andrea

Offline capitankarl

  • Moderator
  • ***
  • Post: 2970
  • Karma: 26
Re: Aeroporti minori e procedure strumentali
« Risposta #1 il: 21 Dic 2011, 19:13:21 »
La risposta la puoi trovare sull'AIP locale o sulle cartine Jeppesen.
Oppure potresti chiedere alle autorità locali.

Non so dirti se quegli aeroporti sono dotati di radiofari di qualche tipo, se ce ne sono dovresti trovare anche le procedure relative se invece non ce ne sono vuol dire che ci si va a vista, magari con un GPS che ti aiuta ma comunque secondo le regole del volo a vista.

Non è così strano per voli passeggeri, pensa alle tante isolette della Polinesia o delle Maldive dove non solo non ci sono radiofari ma non ci sono neppure aerostazioni e nemmeno le piste. In molte delle Maldive infatti i passeggeri vengono portati con idrovolanti che ammarano nelle baie di fronte ai villaggi, sfiorando reef e banchi di sabbia.

Negli anni 70 l'Alitalia aveva una linea per Mogadiscio effettuata col DC8 serie 43. Su quell'aeroporto c'era solo la pista e per trovarla usavamo un Beacon che stava sulla costa qualche miglio a Nord. Arrivando al mattino sorvolavamo il Beacon e quindi via linea di costa rigorosamente a vista, cercavamo l'aeroporto finché lo vedevamo. Atterraggio con circuito a vista a 1500 ft, il tutto perfettamente nelle regole anche con passeggeri paganti.  Certo se arrivando trovavi la nebbia non ti restava che andare all'alternato senza neppure pensarci su !

Salutami le Seycelles e mentre ti abbronzi al sole tropicale pensa per un attimo a noi che stiamo gelando in questo inverno di crisi

Ciao e Buone Feste   ciao
Legge di Capitankarl
CHI CERCA ROGNA PRIMA O POI LA TROVA !

Offline seanavigator01

  • Uploader Attivo
  • **
  • Post: 240
  • Karma: 0
Re: Aeroporti minori e procedure strumentali
« Risposta #2 il: 22 Dic 2011, 08:16:43 »
Ciao Karl,

grazie del chiarimento, praticamente è come immaginavo... quindi non mi resta che consultare l'AIP e vedere cosa dicono (sperando di trovarla... ).
Ad ogni modo penso che parti dall'aeroporto principale che ha tutti i servizi e gli aiuti alla navigazione e l'ATC, successivamente prosegui a vista con le regole del VFR... ad ogni modo quando verrà presentato il piano di volo è sottointeso che le autorità e l'ente che gestisce l'aeroporto daranno le opportune istruzioni. Poi in genere sono voli fatti da gente del posto che conosce o quanto meno dovrebbe conoscere molto bene i luoghi dove vanno e quindi tutto il resto viene da se.
Come le navi quando arrivano in posti assurdi si affidano al pilota del porto, ausilio del comandante esperto conoscitore del posto... se spera e si incrociano le dita, perchè talvolta non è proprio così  :whistle:

Solo una cosetta ancora:
ovviamente volando con gli aerei piccoli tipo DHC-6 Twin Otter... si saranno delle limitazioni tipo vento laterale, vento frontale, in coda ecc. che dovrebbero essere riportate nel libro del costruttore o QRH (si chiama così penso).
Ovviamente negli aerei free e molto spesso anche in quelli pay, questi dati vengono a mancare.
Sai per caso se c'è qualche sito o comunque qualcosa di simile, molto alla leggera, che parli delle limitazioni tecniche dei vari aerei?
Tale richiesta ovviamente è estesa a tutti i partecipanti del forum... nel frattempo sto guardando un po qua e un po la con google, però a parte qualche dato trovato su vikipedia non sto trovando molto...

Grazie mille a tutti e buon vento e buone feste.
ciao
Andrea

Offline capitankarl

  • Moderator
  • ***
  • Post: 2970
  • Karma: 26
Re: Aeroporti minori e procedure strumentali
« Risposta #3 il: 23 Dic 2011, 18:38:42 »
Per quanto ne so le limitazioni di vento dovrebbero essere uguali per tutti gli aerei e cioé
Componente laterale con pista asciutta 25 Kts Bagnata 15 Kts scivolosa o allagata 10 Kts
Componente in coda con pista asciutta 10 Kts BAgnata 5 Kts scivolosa o allagata zero.

Tutto ciò ovviamente non esclude che qualche aereo possa avere limiti inferiori a questi che comunque sarebbero specificati nel manuale.

Un'ultima nota: La componente frontale in teoria non ha limiti ma certamente non può essere superiore alla velocità di finale altrimenti un aereo tipo Baron che atterra a 80 Kts con 90 Kts di vento frontale andrebbe rispetto al suolo a marcia indietro per 10 Kts.  :lol:
Personalmente la componente frontale più alta che ho incontrato con un DC9 è stata 55 Kts a Schiphol ed ho avuto l'impressione di scendere in verticale come un elicottero.
Comunque componenti così alte sono sempre associate a turbolenza e sta quindi all'esperienza del pilota verificare la controllabilità del mezzo e decidere se atterrare o andare all'alternato.
 ciao
Legge di Capitankarl
CHI CERCA ROGNA PRIMA O POI LA TROVA !

Offline seanavigator01

  • Uploader Attivo
  • **
  • Post: 240
  • Karma: 0
Re: Aeroporti minori e procedure strumentali
« Risposta #4 il: 25 Dic 2011, 05:50:25 »
Tnks a lot. Ora ho una idea più precisa grazie agli esempi pratici che mi hai fatto  :good:.
Tanti auguri e buona giornata  ciao

 


SimplePortal 2.3.7 © 2008-2020, SimplePortal