Autore la mia esperienza in FCS  (Letto 2119 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Drust

  • Licenza ITAF
  • *
  • Post: 609
  • Karma: 2
    • proteggiamo l'ambiente
la mia esperienza in FCS
« il: 13 Apr 2012, 12:42:46 »
come qualcuno sa, da un po' di mesi sono stato rapito dall'elicottero Ka-50 (il simulatore blackshark 2).
è una macchina molto complessa, e l'unico modo per goderne a pieno è studiarsi il manuale (di cui c'è anche una traduzione italiana ma in versione ridotta)
La voglia di mettere in pratica quanto appreso dal manuale, mi ha spinto a cercare un gruppo che volasse esclusivamente i simulatori della DSC, ad un livello di simulazione elevato.
Grazie a red.devil (qualcuno di voi lo conosce) ho trovato il gruppo FCS

http://www.fightercombatsims.net/index.php

inizialmente non ero molto propenso ad entrare in un gruppo dove ci fosse un organigramma,un iter addestrativo con relativi esami da svolgere ecc...
Poi una chiaccherata con devil, alcune riflessioni personali, e soprattutto alcune serate passate in TS con loro, mi hanno tolto ogni dubbio.

I gradi sono una pura formalità che entrano in gioco solo quando bisogna prendere decisioni drastiche (insomma in TS non si parla rispondendo "Sissignore"  :smile:).
Per quanto riguarda l'iter addestrativo e relativi esami... beh io avevo già l'intenzione di studiarmi tutto il manuale, e l'iter addestrativo propostomi non fa altro che aiutarmi nel selezionare l'ordine e l'importanza dei paragrafi da studiare. Poi se uno studia per passione, le cose le impara e l'esame diventa solo una formalità (così come nella vita reale, all'università ad esmpio). Inoltre per gli esami nessuno ti corre dietro, li fai quando ti senti pronto... la vita reale ovviamente ha la precedenza su tutto anche per loro.
 Importante è non aspettarsi che gli istruttori ti vengano ad imboccare le cose; essi ti possono aiutare nel togliere alcuni dubbi teorici e nel fare pratica insieme, ma non di più.

Ciò che mi ha convinto ad entrare in FCS è stato sopratutto il fatto che, anche se non hai finito l'intero iter addestrativo, puoi comunque partecipare alle missioni (altrimenti sarebbe stata una noia mortale), e quindi il divertimento è assicurato.

Ieri ho fatto la mia prima missione. Un figata pazzesca! Un livello di simulazione molto elevata, che rende il tutto moltooooo più divertente.
Loro seguono tutte le procedure dal decollo, durante la missione, fino all'atterraggio, studiate dai veri manuali dell'A10 e AH64 (studiare le procedure russe sarebbe un casino).
Prima della missione si scherza e si ride...durante la missione si usano delle brevity ben definite (spesso in inglese, anche perchè il gruppo al momento ha due piloti non italiani; ciò è molto utile per chi come me vuole migliorare l'inglese). Nella missione di ieri, insieme a re.devil, abbiamo svolto il ruolo di ricognitori: entrati in territorio nemico, coperti dalle montagne, individuavamo bersagli nemici e comunicavamo le coordinate agli A10. Dopo pochi minuti vedevi la colonna saltare in aria  :lol:

Ma il pezzo forte della serata di ieri è stato il TARS
http://www.excessiveheadspace.com/tars/about/

Lo avevo installato da un po' di tempo, ma finalmente ho avuto modo di provarlo con altri piloti.
il TARS è un plugin di TS, che una volta entrato in cockpit simula le radiotrasmissioni come quelle reali.
Non solo la voce si sente un po' modificata, ma:
- per parlare con altri Ka-50 o A10, devi usare la radio e la frequenza giusta (altrimenti non li senti, anche se sono sullo stesso canale TS)
- per avere una buona qualità della radiotrasmissione, non ci devono essere ostacoli (ad esempio montagne) o eccessive distanze tra chi trasmette e chi riceve (si pò arrivare anche a perdere del tutto il segnale radio)
Credetemi, è davvero una cosa super figa!

Ci sarebbe molto altro a dire, ma invito chiunque fosse appassionato e intenzionato a volare (con livelli alti di simulazione) il Ka-50 o A10, ad iscriversi al forum.
 :good:

Offline Flanker

  • Burba
  • *
  • Post: 19
  • Karma: 0
  • "Volat Agile Rapide Observat"
    • AMVI
Re: la mia esperienza in FCS
« Risposta #1 il: 16 Apr 2012, 08:09:51 »
Citazione
I gradi sono una pura formalità che entrano in gioco solo quando bisogna prendere decisioni drastiche (insomma in TS non si parla rispondendo "Sissignore"

Pagherei per stare in un canale TS in cui i gradi contano e si risponde "Sissignore", sarebbe una esperienza divertente, sicuramente perchè anch'io non l'ho mai vissuta.
Anzi mi sorprende il fatto che tu sia sorpreso e lo veda come un elemento di distinzione.... è normalissimo tra persone normali, credimi.

Offline Drust

  • Licenza ITAF
  • *
  • Post: 609
  • Karma: 2
    • proteggiamo l'ambiente
Re: la mia esperienza in FCS
« Risposta #2 il: 16 Apr 2012, 08:30:57 »
Anzi mi sorprende il fatto che tu sia sorpreso e lo veda come un elemento di distinzione.... è normalissimo tra persone normali, credimi.
Ops, allora forse sbagliavo io ad immaginare che nei gruppi di volo in cui ci fosse un organigramma ben preciso, con i gradi, si usasse parlare in modo "formale" con il Sissignore...  :sarcastic:

Meglio così, perchè secondo me poi sarebbe eccessivo

Ci si vede in volo  :good:

Offline Flanker

  • Burba
  • *
  • Post: 19
  • Karma: 0
  • "Volat Agile Rapide Observat"
    • AMVI
Re: la mia esperienza in FCS
« Risposta #3 il: 16 Apr 2012, 13:20:39 »
Tranquillo, quella che ti ho sottolineato è solo una delle numerose false leggende che tendono a tenere molti simmer lontano dai Gruppi di simulazione di Volo Militare, e la tua sorpresa è testimone sia della realtà delle cose sia delle idee sbagliate.

Un'altra idea sbagliata è quella che gira intorno a due proprietà della simulazione militare.
E cioè Complessità e Realismo, un po come se una implichi l'altra e viceversa.

Offline Nefer

  • Licenza ITAF
  • *
  • Post: 221
  • Karma: 1
  • A Zoro getta a spada
    • Il Volo
Re: la mia esperienza in FCS
« Risposta #4 il: 18 Apr 2012, 09:26:38 »
Tranquillo, quella che ti ho sottolineato è solo una delle numerose false leggende che tendono a tenere molti simmer lontano dai Gruppi di simulazione di Volo Militare, e la tua sorpresa è testimone sia della realtà delle cose sia delle idee sbagliate.

Un'altra idea sbagliata è quella che gira intorno a due proprietà della simulazione militare.
E cioè Complessità e Realismo, un po come se una implichi l'altra e viceversa.

Beh ai tempi di Combat Flight Simulator I, c'era l'AMI Virtual Squadron
gestito da AMI_General il quale esigeva una rigida disciplina militare, inutile dire che al 3° volo
dopo averlo abbattuto lo mandai a cagare
 :dance1:

Offline Flanker

  • Burba
  • *
  • Post: 19
  • Karma: 0
  • "Volat Agile Rapide Observat"
    • AMVI
Re:la mia esperienza in FCS
« Risposta #5 il: 06 Gen 2015, 15:40:39 »
Hai enunciato contemporaneamente limiti e virtuosità della rete.
Accessibilità praticamente illimitata a tutti, comprese particolari tipologie di utenti la cui unica necessità è lo sfogo dei propri deliri di grandezza.
Fortunatamente il tempo introduce una sorta di autoregolamentazion e fermando ciò che non può durare.
Infatti oltre al simulatore, non esiste nemmeno la comunità a cui ti riferisci e nemmeno l'utente da te menzionato, almeno non più con quel nickname.
« Ultima modifica: 06 Gen 2015, 16:03:04 da Flanker »

 


SimplePortal 2.3.7 © 2008-2020, SimplePortal