Autore Incidente Carpatair  (Letto 523 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline capitankarl

  • Global Moderator
  • ***
  • Post: 2971
  • Karma: 26
Incidente Carpatair
« il: 03 Feb 2013, 16:57:40 »


Il limite delle componenti del vento in atterraggio è di 10 Kts in coda e 25 Kts al traverso. Non so quale fosse la direzione del vento al momento, che va scomposto nelle componenti longitudinale e trasversale, ma se anche il vento fosse stato tutto al traverso della pista (cosa assai improbabile), era comunque nei limiti e perfettamente volabile tanto che sono atterrati moltissimi altri aerei nella stessa condizione e senza problemi di sorta.

Il punto è un'altro:
Quando si gestisce una compagnia aerea come fosse una fabbrica di formaggini (con tutto il rispetto per i formaggini) senza gestire e garantire direttamente la qualità e la sicurezza ma ricorrendo a sub appalti, è inevitabile un decadimento. Il trasporto aereo è un settore particolarmente delicato dove gli errori di gestione non costano solo capitali ma vite umane, e quindi i risparmi, specie se fatti sulla sicurezza, sull'addestramento dei piloti o sulla manutenzione dei mezzi, finiscono per essere passivi.
Aver impedito l'assorbimento dell'Alitalia da parte dell'Air France che voleva anche assumersene i debiti, facendo pagare gli stessi al contribuente Italiano, per far gestire in nome della Bandiera la nostra compagnia aerea ad imprenditori Italiani che per quanto esperti di business non avevano né interessi specifici né esperienza nella attività aeronautica, ha fatto si che l'azienda venisse gestita come un qualunque affare, con buona pace dei tanti che misero sin da allora in guardia sui rischi di questo modo di procedere.
L'Alitalia oggi, naviga in pessime acque e se non chiuderà sarà solo perché verrà assorbita dall' l'Air France con un vantaggio economico che stavolta però non andrà a favore dei contribuenti come sarebbe stato al tempo del "salvataggio" che la trasformò in CAI.
Penso che solo con l'assorbimento di Air France che ha livelli di sicurezza ed affidabilità come quelli che aveva Alitalia quando era Alitalia, si potrà tornare alla qualità a cui eravamo abituati ed allora potrò tornare ad utilizzare i miei biglietti scontati, cosa che negli anni passati avevo scelto di non fare.
Sarebbe interessante sapere, e forse a breve lo sapremo, quale è l'esperienza in ore/volo del comandante dell'aereo e quante ore/volo aveva su quella specifica macchina. Da quello hanno riportato i Media uno dei feriti è la copilotessa e quindi il comandante dovrebbe essere il pilota che abbiamo visto nei filmati con una gamba fasciata, e dal filmato sembra essere molto giovane.

Volare non è un gioco e non è neppure un business, volare è un servizio di alta qualità gestito da competenze e tecnologie che debbono essere continuamente aggiornate ed adeguate con costi che non possono che essere alti. Comprereste una Nikon ultimo modello per 20 € ? Vi verrebbe certo il dubbio che vi stanno affibbiando una bufala, ed allora perché pensate di poter comprare un biglietto aereo Roma Londra per lo stesso prezzo convinti di avere alta qualità alta sicurezza alto comfort ed alta regolarità?

Pensateci !
 ciao
Legge di Capitankarl
CHI CERCA ROGNA PRIMA O POI LA TROVA !

 


SimplePortal 2.3.7 © 2008-2020, SimplePortal